Il TAM torna a Milano Unica con i capi del progetto La GonnaBLU, realizzati dagli studenti del corso di Confezione.

Alla 38° edizione di Milano Unica tornano gli studenti del TAM, con i capi realizzati per il progetto La GonnaBLU, che ha lanciato al secondo anno del Corso di Confezione la sfida di realizzare una collezione di gonne avendo a disposizione come unico limite il colore blu dei tessuti maschili forniti dalle aziende tessili biellesi.

Partendo da qui gli studenti, a gruppi di due, sotto la guida dei docenti, hanno realizzato 6 gonne lasciando libero spazio alla creatività e alle tecniche di realizzazione. Ogni team ha immaginato un moodboard ispirazionale con un tema differente: passando dal mondo marino a quello floreale, analizzando culture antiche contrapposte ad applicazioni tecniche fra le più attuali, fino ad arrivare a contrasti di luce e opacità materiche.

Dall’ispirazione alla realizzazione, la creazione dei capi ha seguito poi strade diverse: c’è chi si è cimentato in elaborate lavorazioni sartoriali, chi ha optato per i tessuti e i processi più all’avanguardia, chi ha tinto e dipinto a mano i tessuti con tecniche diverse producendo come risultato finale un variegato carosello di stili e proposte, molto apprezzato dal pubblico preparato e attento della kermesse milanese.

Compimenti agli studenti: Greta Pilarvu e Ginevra Piglia per Slide on Shore, Margherita Lingua e Viviana Imhof per Tempra, Lucrezia Frison e Camilla Chiaverina per Bastet, Marco Centra e Matilde Banone per Ciò che non uccide plasma bellezza e saggezza, Brando Parmoli e Louis Costa per Limitless, Riccardo Bovi e Davide Damiano per Ninfa.

Il making of del progetto La GonnaBLU nel laboratorio di confezione del TAM a Cerrione (Biella)